Home » Hinter den Geschichten » ADVENTSMARKT

ADVENTSMARKT

Mercato di Natale a Francoforte

Una tradizione molto diffusa non più solo in Germania, ma anche in diversi paesi europei è l’ “Adventsmarkt”, il mercato dell’avvento, più noto probabilmente con il termine mercatino di Natale, parola in uso anche in area di lingua tedesca. In base alle diverse zone si usano termini diversi quali “Weihnachtsmarkt”, “Christkindlmarkt”. Personalmente mi piace usare “Adventmarkt”, riferito all’avvento, perché mi offre un senso più autentico. Da notare che i mercatini di Natale in Germania non si protraggono mai dopo Natale. Iniziano prima, già nella seconda metà di novembre. Una delle festività pre-natalizie più importanti infatti è la festa di Nikolaus, che cade il 6 dicembre.

ORIGINI

Si fa risalire questa tradizione al tardo medioevo come opportunità, in un periodo freddo e buio, di scambio commerciale. Era chiamato “Dezembermarkt”, il mercato di dicembre. All’inizio era prevista la vendita di prodotti utili per la casa, la stalla, i campi. Era considerata una vera e propria fiera, “Messe”. Poi si sono aggiunti cesti intrecciati, piccoli oggetti d’arte, molti dei quali decorazioni natalizie, giochi per bambini; e infine dolci e bevande calde. Il commercio si faceva in piazza, luogo di ritrovo per eccellenza.

UN EVENTO PER LA VISTA, L’OLFATTO E L’UDITO

Le luminarie: il solo vederle attiva un moto di allegria, predispone a qualcosa di bello, perché nella realizzazione di oggetti artistici natalizi si trova anche il senso dell’attesa.

Dalle palle rosse, argentee, dorate per addobbare l’albero alle casette in miniatura e le statuine per il presepe.

presepio

Sono un forte richiamo come la stella cometa lo fu per i re magi.

In un tipico mercatino d’avvento tedesco basterebbe chiudere gli occhi e si riuscirebbe a capire all’istante di fronte a quale banchetto ci si trova. Sono innumerevoli i dolci natalizi e a farla da padrone sono le mandorle arrostite, lo zucchero filato, il cioccolato, le castagne, ma soprattutto le Lebkuchen, biscotti speziati, di solito allo zenzero e cannella, i più a forma di cuore.

Biscotti speziati a forma di cuore

Immancabile è il Glühwein, una bevanda calda a base di vino speziato.

Non può mancare la colonna sonora tipica di questo mercato: le canzoni natalizie. A farla da padrone è soprattutto la famosa “Oh Tannenbaum”.

La vera attrazione per bambine e bambini sono le giostre, che con i loro colori, le loro luci e la loro musica trasportano in un mondo di sogno. È tipico trovare la ruota panoramica che offre senza dubbio un’altra, ma soprattutto, alta prospettiva di come vivere il mercatino di natale.

LA COSA DAVVERO CARATTERISTICA?

Le casette che formano il mercato sono delle vere e proprie opere d’arte. Non sono semplici capanne di legno. Ognuna di loro è addobbata a festa e si distingue dalle altre per scritte illuminate o carillon sopra il tettuccio.

Adentsmakrt

I mercatini più rinomati per la loro lunga storia sono quelli di Norimberga, Dresda, Francoforte, Berlino, Monaco, Stoccarda, Colonia, Dortmund, Erfurt e Lipsia.

CONSIGLI

Se avete intenzione di visitare uno di questi mercatini, vestitevi bene perché il freddo rimane una costante.

Lasciatevi trasportare dall’atmosfera di festa, di incontro, di scambio.

Fate attenzione alle norme vigenti rispetto alle restrizioni dovute alla pandemia.

In Baviera, per esempio, per il secondo anno consecutivo i mercatini sono stati tutti annullati. In tanti altri, come quello di Francoforte, vale la regola delle 2G (“geimpft” – vaccinato e “genesen” – guarito).

Schreibe einen Kommentar

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.